Archivio

Archive for agosto 2016

Castellane al pesto di rucola con cannellini

 

 

 

1) Inizia a preparare la ricetta delle castellane lavando e mondando la rucola. Elimina circa 1 cm dalla parte finale del gambo, lava e asciuga la rucola e versala nel mixer. Frullala insieme al parmigiano grattugiato, a un pizzico di sale e a circa 1 dl di olio, fino a ottenere una salsa fluida. Trasferisci il pesto di rucola in una ciotola capiente.

2) Completa la preparazione del condimento per le castellane: scola i cannellini dal loro liquido di conservazione e sciacquali sotto l’acqua corrente. Lasciali scolare e, nel frattempo, lava i pomodorini e tagliali a metà o in 4 spicchi. Unisci i pomodori ai fagioli e condisci il tutto con un filo d’olio, una presa di sale e una macinata di pepe.

Come cuocere e servire le castellane al pesto di rucola con cannellini

1) Cuoci le castellane in acqua bollente salata per il tempo indicato sulla confezione.

2) Diluisci il pesto di rucola con un cucchiaio di acqua di cottura e scola la pasta al dente. Trasferisci la pasta in una ciotola e condiscila con il pesto, quindi unisci i pomodorini e i fagioli. Mescola i diversi ingredienti per farli amalgamare e servi subito le castellane al pesto di rucola.

Annunci
Categorie:Ricette

insalata venere nero, calamari e verdure saltate

Per 4 persone

riso venere nero grammi: 320 calamari grammi: 400 peperone piccolo 1 zucchine romanesche 2

sedano coste: 1 porro piccolo 1 spicchio aglio 1 olio d’oliva extravergine quanto basta sale quanto basta

zenzero in polvere quanto basta

 

DESCRIZIONE

Il riso Venere Nero nasce secoli fa in Cina, ma solo gli imperatori e pochi nobili cinesi potevano degustarlo.
Di colore ebano, per via dela pellicola esterna (pericarpo) il Venere Nero è un riso integrale ricco di sali minerali. Tutto il suo nutrimento rimane all’interno del chicco poichè la sua pellicina nè evita la dispersione. Profumatissimo sia a crudo che dopo la cottura, mentre lo cuoci sembra quasi sentire l’odore del pane appena sfornato.
Se decidi di mangiare il Venere Nero, non devi avere fretta ! La sua cottura è lenta, si deve far bollire per 40 minuti partendo da acqua fredda. Una volta passato questo tempo si scola e si condisce come si vuole. Rimane completamente sgranato, qualità che gli permette di acquisire i sapori del condimento.

FASE 1

Pulire i calamari e tagliarli a listarelle sottili ma non troppo.
Mondare tutte le verdure e tagliarle a dadolata mantenendole divise.

Sciacquare il riso e lessarlo in acqua non salata partendo da acqua fredda ed a fuoco moderato. Il riso cuoce per circa 40 minuti dal punto di ebollizione. Freddare il riso velocemente con dell’acqua corrente.

Mettere lo spicchio d’aglio in una padella e farlo rosolare leggermente. Aggiungere gradatamente le carote, i peperoni, le zucchine ed infine il porro ed il sedano. Saltare le verdure mantenendole al dente.

Saltare in un altro padellino i calamari con un filo di olio extra vergine e se si vuole poco peperoncino. Togliere i calamari dalla padella e senza pulirla ripassarci il riso, salare, aggiungere i calamari e le verdure saltate in precedenza. Correggere il piatto con sale se serve, pepe e zenzero in polvere.

Coppare il riso al centro del piatto e guarnire i bordi con delle verdure a dadini. Si consiglia l’uso di un erba aromatica fresca come menta o il basilico.

Categorie:Ricette

Peperoni agrodolci o anche no

Tagliare a pezzettoni i peperoni e metterli a stufare con pochissima acqua ed un pizzico di sale, coperti finchè non sono morbidi. Scoprire, lasciare asciugare ed aggiungere olio + un cucchiaino di aceto bianco o di mele. Aggiustare di sale e pepe. Far insaporire.

Aggiungere in alternativa:

a) uvette ammorbidite e pinoli

b) olive nere sminuzzate

c) acciughe e capperi

Categorie:Ricette